lunedì 5 aprile 2010

L'albero dela vendetta

L'ex sceriffo Brigade sta portando un prigioniero a Santa Cruz. Sul cammino si aggregano Sam Boone e il suo complice, due mezzi banditi stufi di fare una vita ai margini e che mirano oltre che alla taglia, l'amnistia per chi cattura il pericoloso fuorilegge, e Carrie una giovane vedova in fuga dagli attacchi indiani.Giungono ad uno strano albero rinsecchito a forma di croce, lì lo sceriffo sta giocando una crudele partita a scacchi con il fratello del suo prigioniero,che anni prima proprio a quell'albero ha barbaramente ucciso sua moglie impiccandola. Uno scontro finale tra i due chiude la questione, resta da decidere a chi spetta la taglia, ma non ci sono altri scontri, Brigade lascia per Sam, che innamoratosi di Carrie vuole rifarsi una vita. Brigade resta solo davanti all'albero della vendetta ormai in fiamme che domina tutto il desolato paesaggio. Western tutto in esterni in cinemascope che in 70 minuti di essenzialità racconta il desiderio di pace, il bisogno di cambiare il proprio destino e l'ossessione che preclude ogni possibilità di vita, condannando il Cavaliere solitario all'inevitabile durezza di chi ha un solo scopo nel'esistenza, ed è uno scopo di morte, la vendetta per la moglie persa vince il desiderio per il domani con una nuova donna, una donna vera, tanto vera che come dice Boone “ L'uomo che lei deciderà di amare non conoscerà mai la solitudine “. E per confermarcelo Boetticher accarezza il suo corpo con la camera, da lontano, ammirandola e desiderandola nella sua presenza calda e viva.


Budd Boetticher - “ La violenza è come il sesso. Non è necessario mostrarla, perchè ciò che s'immagina è sempre meglio di ciò che viene esplicitato sullo schermo”-

30 commenti:

  1. Ciao Fel,bello il film di oggi,ricordo di averlo visto la prima volta che ero bambino.
    Belle riprese e buona interpretazione degli attori.
    Dove la solitudine e il desiderio di vendetta vincono sull'Amore e sul domani.
    Bella presentazione, la tua mente non conosce confini.
    Buona giornata miciona miao miao.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  2. Grazie Capitano, un'altro di quei film che non si trovano facilmente, l'ho visto tempo fa, e ricordo che mi aveva colpito per lasciutezza con cui era girato,il tema reso senza fronzoli, e allo stesso tempo come si muoveva la cinepresa intorno a Carrie, poi ho letto tempo dopo che Boetticher era innamorato dell'atrice,Karen Steel, che sposò.
    Un bacione e una sfilza di fusa assortite miao

    RispondiElimina
  3. Dietro un grande uomo c'è sempre una grande donna!

    Baci, fel.

    RispondiElimina
  4. Miao Star ... peccato che molti non si accorgono neppure che ci sono dietro, di fianco, davanti ...... Un bacione miagoloso

    RispondiElimina
  5. ...ancora più grave...!
    Vieni a leggere la poesia di Alexia!

    RispondiElimina
  6. Un'altra meraviglia intramontabile! :D
    Domani corro a cercare anche questo DVD! Ormai ne ho una collezione grazie ai tuoi consigli! Mi ricordi sempre film grandiosi!

    RispondiElimina
  7. Tanti auguri di buona Pasqua anche se un po' in ritardo....soprattutto la violenza non va mai giustificata è sempre un errore sia sullo schermo sia online oppure offline...un caro salutio e apresto.

    RispondiElimina
  8. Fatto Star . Notte notte carissima.

    RispondiElimina
  9. Vittoria però non correre, non inciampare nei vari personaggi folli che incontri quotidianamente. Un bacione mia collezionista accanita miaaaaoooooooo

    RispondiElimina
  10. Vero la violenza porta violenza,mentre la vendetta non porta da nessuna parte. Grazie degli auguri che contraccambio. Facciamo un Buona Primavera di rinascita dei cuori.
    Miao Fernando

    RispondiElimina
  11. Non ho visto questo film, Lucy, seppure in altri tempi il genere western mi appassionava. Ma leggendo il tuo post di presentazione si ritrovano tutti gli ingredienti che hanno reso grande l'epopea pioneristica. Seppur, tante volte, la cinematografia ce l'ha mostrata deprivata della sua crudezza di fondo e con una partigiana distorsione della storia.
    Coinvolgenti le storie individuali del gruppo protagonista della vicenda.
    La ricerca dell'affrancamento e del riscatto personale. Il desiderio di una nuova vita e di una rinascita personale, in una terra piena di promesse e d'inganni.
    Le passioni sono quelle che da sempre hanno condizionato l'uomo, rendendolo talvolta grande, altre infimo.
    Non ho visto questo film ma mi piacciono le atmosfere che tu descrivi.
    L'asciuttezza dei caratteri, l'essenzialità del paesaggio e quella croce fiammeggiante che brucia al centro di quell'universo.
    Un bacio mirabolante Lucy, cantrice di storie remote che narrano di passioni eterne.
    Marilena

    RispondiElimina
  12. un vero filmone questo, fa quasi universo a sè. Non avrebbe bisogno nemmeno dei titoli !

    RispondiElimina
  13. Marilena si un film che sa raccontare senza fronzoli inutili, una storia di eterne scelte umane. E lo fa in un esterno simbolico come i deserti rocciosi del mondo western, un non luogo dove tutto può succedere. E tu hai il dono di saper commentare perfettamente i film anche se non li ha mai visti. ma tu sei una stregope con antennix miaooooo un bacio cara

    RispondiElimina
  14. Giardi sei un cinebuogustaio miaoooooo

    RispondiElimina
  15. Lucy-Fel, non sono brava io a capire i film non visti, ma sei tu straordinaria nel saperli raccontare.
    E, credimi, non è da tutti.
    Un bacio
    Marilena

    RispondiElimina
  16. Grazie miciastregope un bacione

    RispondiElimina
  17. Wow!!
    A really old western movie
    always good :-)
    You have very well written ....

    Hugs to all Kareltje =^.^=
    Meow..meow..meow..

    RispondiElimina
  18. Meno male che son tornata, matta di una gatta!
    Ho fatto appena in tempo a chiamare i Vigili del Fuoco che hanno spento quell'albero. Ma, come ti viene in mente di mettere un albero che brucia nel tuo CineSalaBlog? I gattini sembravano spazzacamini per come si erano affumicati. E poi, vista l'apoca del film, lo sai no che la legna vecchia e sciutta brucia meglio di quella verde!
    Sei la mejo, LucyFel. Riesci a coinvolgereci proprio tutti coi tuoi Film, è piaciuto anche ai Vigili del Fuoco che hanno donato un caschetto ad ogni gattino.
    TVB, gatta piromane, mi sei mancata!

    RispondiElimina
  19. I love the flm Western, can tell a lot with a staging essential.
    Anya unto thee a kiss great caresses and merged, on the neck to the beautiful Kareltje miaooooo

    RispondiElimina
  20. Si ho visto i mici che giravano con le code che fumavano dandosi un sacco di arie con quei cosi in testa. E per un po' di fumo, andava eleiminato in qualche modo, e quello era spettacolare adatto ad un cineblog , denuncerò la caa produtrice deell'impianto d'areazione ........ Mi mancavano le tue follie streghesche EliJoe miaoooo un bacione

    RispondiElimina
  21. Tanti smackmiao a te e quei gattini col caschetto rosso, tutti baffuti e con la coda dritta!

    RispondiElimina
  22. Notevole la lezione di Boetticher.

    Purtroppo di questi tempi invece, mentre vige una ferrea censura sul sesso si permette un'esibizione della violenza che non esiterei a definire pornografica.

    RispondiElimina
  23. Miaofelininissima Fel,questo non l'ho visto,almeno credo,ma coi tuoi post,colmo molte lacune pregresse.Il western è l'epica della storia del cinema per storie,scenografie,personaggi,il cinema viene da lì.Baci!!

    RispondiElimina
  24. Smackmiao a te EliJoe da tutti noi dalle vibrisse frementi e le code alte festose miao

    RispondiElimina
  25. Anche perchè volendo si può anche scegliere di mostrare quasi tutto se sai farlo con arte, sincerità, motivazioni.Purtroppo di solito non è così, e a prevalere è la volgarità gratuita caro Alfa. Un abbraccio con miagolii assortiti

    RispondiElimina
  26. Hallo Leone, amo molto i western, possono raccontare cose assolute dell'essere umano,proprio per l'essenzialità con pochissimi elementi, un punto morto del mondo, un deserto roccioso su cui inventarsi qualunque vita, qualunque storia.
    Miaoooùùùùùù Leonciotto

    RispondiElimina
  27. Storie dure che sono capitate in tutto il mondo e che in questo film sono narrate in modo essenziale mettendo in evidenza la non ipocrisia del protagonista. Meglio una vita dove le scelte sono nette che non una fatta di rimpianti.
    Non l'ho visto questo film, ma leggendo il tuo post si capisce benissimo la vita dei protagonisti e il loro destino.
    L'idea che mi sto facendo in questo momento ( penso e scrivo in diretta hehhehe) è che mi sembra una sorta di cambiamento di prospettiva rispetto ai canonici film western.
    Gli indiani sono lontani, c'è ormai poco da conquistare, il west è ormai conosciuto e allora ogni uomo deve fare i conti con se stesso. L'ambientazione rapprensenta, secondo me,la durezza di una vita in un mondo selvaggio, in fin dei conti arido, perchè il motore della conquista è stato abbondantemente " inquinato" dall'egoismo personale di ognuno.
    Un film dove si auspica la pace e per dimostrare ciò non ci sono azioni violente.
    Una specie di chiusura con il passato violento della conquista del west.

    RispondiElimina
  28. Non l'ho visto!
    Non sai quanto io apprezzi il tuo blog.Arricchisce in conoscenza.
    Grazie.
    Un bacio felinissimo :*

    RispondiElimina
  29. Lorenzo hai fatto una disamina fantastica, e verissima, cogliendo l'essenza di un film, che apre una stagione diversa del mondo western.
    E' un vero piacere scambiare opinioni e commenti con voi miei amici bloggers. Un abbraccio supeer miagoloso miaoooooo

    RispondiElimina
  30. Ma grazie Guerni, sei un tesoro, il bello delle passioni è condividerle ...... un bacione

    RispondiElimina