domenica 19 dicembre 2010

I dimenticati

John Sullivan è un noto e brillante regista di commedie musicali hollywoodiane, ma è deciso a filmare un dramma sociale sulla povertà :“ Fratello, dove sei”. Contrastato dai produttori, dato che parlare di miserabili non rende, si traveste da vagabondo in cerca di vita reale. In uno dei suoi vagabondaggi conosce una bella ragazza che gli offre da mangiare, raccontandogli che è una attrice disillusa, e che è riposante parlare ad un uomo con cui non deve essere carina per forza, lui vorrebbe restituirle il favore, ma lei gli risponde "Non è necessario, bamboccio; quando ti cambierà la fortuna pagherai a qualcuno che ha fame delle uova al prosciutto e saremo pari!". Ma alla fine deve tornare indietro e tirandosi dietro la bionda. Ma non demorde e si rimette in viaggio , questa volta lei lo vuole affiancare perché non si cacci ancora nei guai, travestendosi a sua volta da ragazzo. Però per una serie di circostanze viene creduto morto e allo stesso tempo condannato ai lavori forzati, qui nella disperazione più vera di un uomo, tra carcerati senza speranza, in un cinema improvvisato per loro in una chiesa di soli neri, reietti tra reietti, inizia a comprendere.Vede trasformarsi quegli esseri abbruttiti, ridendo come bimbi innocenti, davanti ad un cartoon di Topolino, sgomento e poi trascinato da quel ridere sgangherato e liberatorio anche lui. Per caso scopre che lo si crede ucciso e autoincolpandosi del suo omicidio finisce sui giornali, riconosciuto e liberato. Ora si che si è disposti a fargli fare quel film triste ed impegnato , ora che il pubblico è attirato dalla sua storia riempirà le sale comunque, ma lui ha imparato la lezione. Adesso sa che per aiutare chi è disperato, ultimo, dimenticato non serve raccontare da intellettuale benestante che è essere un povero, ma aiutarli a non pensarci per un po’, dare loro un motivo per vivere e una risata può fare miracoli. Parte come una commedia di battute e scene da film comico del muto e poi passa al dramma, mescolando in una stessa scena di continuo serio e faceto, fino a diventare inno poetico, un viaggio nel cinema e nella vita, un atto d’amore verso la commedia. L’impegno è necessario, ma Sturges è consapevole che per chi non ha niente anche quelle due ore spensierate possono essere molto. Sì, si può essere anche molto seri, e parlare di cose tragiche anche con il sorriso sulle labbra , come ricorda l'incit di questo film meraviglioso : "In ricordo di tutti coloro che ci hanno fatto ridere: i saltimbanchi, i clown, i buffoni di tutti i tempi e di ogni nazione, le cui fatiche hanno alleggerito i nostri fardelli almeno un poco; con affetto vogliamo loro dedicare questo film"

L'attrice a John : "Sai, il vantaggio di pagare da mangiare a un uomo è che non occorre ridere delle sue facezie. Se tu fossi un pezzo grosso come un regista o qualcosa di simile, io mi dovrei fingere ammaliata."


Il regista e il maggiordomo : " - Voglio andare per la strada a scoprire cosa significhi essere povera gente: fare un film sulla miseria. - Se mi è permesso dire, signore, il soggetto non interessa a nessuno. Il povero sa tutto sulla povertà: solo agli intellettuali piacerà l'argomento. -Ma io voglio farlo per i poveri, non capisci?"

35 commenti:

  1. Ciao Fel,grande e bellissimo film,mi ha colpito da subito,la prima volta che mi è capitato di vederlo ero ragazzo,una bella storia che fa anche riflettere,la vita sulla strada,mi piace molto questo attore e lei è unica e molto brava,dalla parte degli ultimi per dimostrare come vivono e la loro onestà,
    e come dice un famoso cantautore "è meglio fingersi acrobati che sentirsi dei nani".
    Belle anche le riprese quel chiaro scuro è magia per la visione del film,belli i dialoghi dei protagonisti.
    Ottima come sempre la tua presentazione.
    Buona serata Fel.

    Un bacio.

    RispondiElimina
  2. Miao Capitano, quando la mecca del cinema fa autocrita è sempre interesante, qui riesce a guardarsi dentro e a fare poesia. Eh si bella coppia lui un bello non rigido e lei l'icona dei capelli biondi sull'occhio , qui sprizant vitalità ..... Ben detto Achab meglio fingersi acobati per ingannare questa la vita e la morte e una risata può riuscirci miaooooooo

    RispondiElimina
  3. Ma questa storia è la vita LucyFel, la vita vissuta nella sua sfaccettatura più reale. Io ho imparato dalla vita a parlare delle cose più tragiche con il sorriso sulle labbra. Ki ha vissuto il sacrificio della povertà, dell'onestà e dell'umiltà è più consapevole nel saper solo dare e non si aspetterà mai di ricevere.
    E tu, cone donna, amica e blogger, ogni volta riesci sempre a donarmi un'emozione attraverso le tue recenzioni e quell'immagini che io vedo colorate e luminose.
    TVB, Lucy. Sai essere sempre GRANDE e generosa anche nella narrazione d'un Film!
    TVB.
    Elisena
    P.S.: Ma tu, però, non dimenticarmi mai.......

    RispondiElimina
  4. Scusami Massimo ho sritto una risposta sconnessa, più del solito , questa volta ho sbaffato interi pezzi.Mi spiace il tuo è un commento delizioso. Ma lo sai che mi perdo e con questa nevicata perdo le tracce anche di me stessa miaooooooooùùùùùùùùù fffffrrrrrrr

    RispondiElimina
  5. ......... e tant'è mi sono persa un'ulteriore c malefica gggggggrrrrrrrrr ggrrr

    RispondiElimina
  6. Stregotta l'ironia e un sorriso possono alleviare tanto male. Purtroppo làessere umano impara più dal soffrire che dalla gioia .... peccato ..... ma l'importante è riuscire a sorridere ancora alla vita e al prossimo. Così come sai fare sempe tu ffffffffrrrrrrrrrrr
    ps io e te lo stesso pensiero ..... come potrei dimenticare ......... ffffffrrrrrrrr

    RispondiElimina
  7. Lo vidi molti anni fa e il tuo post me l'ha ricordato. Dovrei rivederlo ora, a distanza di anni.

    RispondiElimina
  8. Hallo Alfa, rivedere o rileggere dopo anni è molto interessante, ci regala nuove impressioni, perchè il nostro sguardo è mutato con i cambiamenti della nostra vita. Colgo l'occasione di questo commento per augurare a te e Malikà Feste serene e felinissime. Miao

    RispondiElimina
  9. Ciao Fel,avevo capito cara,non era il caso,alle volte capita.
    Buona giornata.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  10. diciamolo : è un film d'altri tempi !

    RispondiElimina
  11. Baciastri Achab miaoooùùùùùùùùùùùùù

    RispondiElimina
  12. Tempi in cui si sapeva raccontare magistralmente anche le cose più semplici.
    Auguri felini Giardi miaoooooooo

    RispondiElimina
  13. Molto interessante, solo dopo la sofferenza, si possono apprezzare i sani e giusti valori...

    Auguri di Buone Feste, Fel!

    RispondiElimina
  14. "Un uomo povero ha i giorni lunghi"
    Giovanni Verga

    Lorenzo

    RispondiElimina
  15. Il dolore è un buon maestro di vita purtroppo!
    Buone feste Star gioia e serenità miaooooo

    RispondiElimina
  16. Molto vero Lorenzo,come il detto essere lunghi come una giornata senza pane, rende tristemente l'idea. Auguri felinissimi miao

    RispondiElimina
  17. Senza il tuo post avrei rischiato di perdermelo!!! Meno male che ne hai parlato! Ti abbraccio forte e tante tente fusa per le feste di Natale (un anticipo di fusa nel caso non mi risco a collegare nei prossimi giorni). :)

    RispondiElimina
  18. Carissima Fel ho avuto un periodo di lavoro, impegni e "casini vari", quindi non sono venuto a farti visita. Prendo nota del "tuo" film che non ho visto sempre splendidamente commentato.Ti auguro Un felicissimo Natale!A risentirci presto! :-)

    RispondiElimina
  19. Ciao Fel,ascolta e seguimi:la settimana passata con la mia nave IL DEMONE PERDUTO sono arrivato a Genova,la mia amata Genova,sceso dalla nave il porto era un incanto,mici pescatori preparavano le reti in attesa dell'alba nuova,altri mici pescatori aspettavano le luci della sera per andar per mare con le lampare,che spettacolo.
    Sono entrato nella città vecchia,passando da VIA SOTTO RIPA un odore di friscioli prese il mio cuore e anche lo stomaco,ho preso vari vicoli VICO DELLA MADDALENA E VICO DELLE FIASCAIE,poi ho fatto anche VIA PRè dove gatte allegre vendevano la felicità a tutti i mici solitari e lontani da casa.
    Ero a Genova per un motivo preciso,il CLUB dei 100 doveva eleggere il nuovo presidente,era scaduto il mandato,e in gran segreto al civico n°60 di VICO DELLE FRASCHE si è tenuta una riunione,il luogo è un posto unico e segreto sottoterra,ma l'ambiente è bello e accogliente,erano presenti le migliori menti dell'universo micesco,tutti erano pronti per le votazioni con le loro schede,e una gigantesca urna di alabastro a forma di bocca di gatto spalancata aspettava,è giusto dire che io a questo punto ho fatto gruppo con MARLON,BUCIXINA,SILVY PER SEMPRE,LORD TIMMY,VIKRAM,THE SPY E KELLY,noi avevamo un idea in particolare, dare nuova forza e linfa al club dei 100,da renderlo un gruppo di gran classe,devi sapere cara Fel,che questo club dei 100 è un gruppo dove si manovrano le sorti del mondo gattesco,ma tutto questo a fin di bene.
    Dopo molte ore le votazioni erano finite,ora si andava al conteggio delle schede,si era capito presto che tutto questo era a senso unico,si aveva il nome del nuovo presidente che sarebbe restato in carica 5 anni,ci fu un ovazione nell'enorme sala,tutti erano in festa e cantavano e ballavano,si cara Fel,sei tu la vincitrice,sei la nuova presidentessa del club dei 100,e sono contento per te gatta Fel.
    Ho salutato tutti e sono ripartito con la mia nave IL DEMONE PERDUTO.
    Tanti cari auguri di un sereno natale a te e famiglia.
    Con Affetto
    Achab.

    Un bacio.

    RispondiElimina
  20. Ciao Feli.. non ho visto questo film, ma con la Tua perfetta recensione è come averlo visto..grassie!

    Ti augurissimi per un sereno Natale a Te e Famiglia.
    Ciaoooooooooooooooooooooooooooooooooo !

    RispondiElimina
  21. Vittora AUGURIIIIIIIIIIIIIIIII
    li grido forte cosià ti giungeranno fino in Scozia,passa giorni sereni e felici.
    ps è un bel film cercalo , tanto ormai scaffale più scaffale meno ....... miaooooo

    RispondiElimina
  22. Leonciotto non preoccuparti ....
    Mi fa piacere che ti sia piaciuto il film in programmazione nella salablog questa settimana.
    Ti auguro un Natale sereno e dolcissimo.
    Codate festose miaaaaoooooùùùùùùùù

    RispondiElimina
  23. Miao Capitano sono diventata la Presidentessa del Clun dei 100 che onore e che sorpresa. Non ho idea che succederà a questo punto nel mondo micesco, la mia nomina temo porterà follia e stranezze oltre ad una perdita considerevole di lettere in ogni documento ufficiale, in ogni corrispondenza segreta, in ogni delibera.
    Vedremo le trame misteriose che sortiranno da questa nuova avventura.Ti ringrazio del racconto Achab sai fare dei regali speciali , e rendere il Natale ancora più prezioso.
    Un abbraccio forte forte e un augurio con tutto il cuore per giorni felici e sereni a te e a tutti tuoi cari. Miaoooooo fusa felinissime ffffffffffffffrrrrrrrrrrrr

    RispondiElimina
  24. Adamus ma miaooooooo auguri anche a te ,
    che siano giorni di gioia e seenità ..... e non abbeffarti troppo ti vedo i tetti miaoooo

    RispondiElimina
  25. Adamus era abbuffarti ti vedo dai tetti miao

    RispondiElimina
  26. Salve, innanzitutto complimenti per il blog, volevo scrivere per farle conoscere il nostro nuovo sito www.ultimociak.com, un blog di cinema.
    Saremmo lieti se volesse fare uno scambio di link per fare pubblicità.
    Per qualsiasi domanda può chiedere direttamente a me:
    mauryy1982@hotmail.com

    Grazie Maurizio

    RispondiElimina
  27. Auguri cara Feli e un affettuoso e gattoso e abbraccio Natalizio! Miaoooo!

    RispondiElimina
  28. Salve Maurizio, sempre interessante un sito che parla di cinema. Grazie della segnalazione.
    Non so come scambiare link ecc. non sono una gran esperta dell'argomento.
    Intanto faccio a te e al mondo del tuo sito un augurio di feste serene

    RispondiElimina
  29. Vittoria grazie un mondo di auguri anche a te e ai tuoi cari e al gattone miaaaaoooooooo

    RispondiElimina
  30. Tantissimi auguri di buon natale carissima gattina!!!Ti auguro un natale ricco di amore,felicità,serenità e tutto ciò che desideri, un abbraccio forte e caloroso!!

    RispondiElimina
  31. Miaoooooo Alfa Auguroni felini a te e Malikà fffffffffrrrrrrrrr

    RispondiElimina
  32. Miao Ela tanti auguri anche a te , che tu stia passando un Natale pieno di gioia con chi ami.
    Ti abbraccio e mando tante fusa fffffrrrrrr

    RispondiElimina
  33. tanti auguri fel! che gran bel film, come sempre, da rivedere assolutamente. baci

    RispondiElimina
  34. Auguri anche a te Ady per questi giorni di feste. Un abbraccio miaoooooooo

    RispondiElimina