domenica 15 aprile 2012

So dove vado

Joan è una giovane determinata ad avere una vita sicura e agiata, in un nightclub annuncia al padre ricco e distratto, che sta andando in Scozia  sull’isola di Killoran per sposare un vecchio miliardario che vi risiede. Il tragitto s’interrompe per il  maltempo e il mare in  burrasca, proprio mentre si trova davanti all'isola. Qui  incontra un  ufficiale di marina in una breve licenza di guerra,  l'affabile Richard Torquil, che l’affascina, e irrita, per la schiettezza e  l’ entusiasmo dei suoi modi . Joan riottosa a desistere, inizia però a conoscere gli abitanti del luogo, personaggi insoliti, rudi e simpatici, soddisfatti delle loro vite, anche se in perenne bolletta. In attesa si calmi il mare, visita le rovine del maniero di Moy. Joan vuole dare un'occhiata all'interno, ma Torquil si rifiuta di andare per una segreta terribile maledizione di prigionia che incombe su esso, lei lo deride ricordandogli che colpisce solo il clan Laird di Killoran, Torquil  le rivela allora di essere in realtà il vero signore Killoran, che per ristrettezze ha affittato l’isola. Joan  combattuta tra la sua ambizione e la sua crescente attrazione per lui, per “salvarsi “ decide di affrontare il mare in burrasca in un viaggio  pericolosissimo, che mette a rischio la sua vita e quella di Torquil che l’accompagna per proteggerla. Ritornati  e calmatasi la tempesta, Joan  è pronta a partire definitivamente, chiede Torquil  un bacio di separazione, mentre lui si decide ad entrare al castello  e scoprire che  la maledizione dice alla fine che colui ha  osato fare un passo oltre la soglia, è destinato ad una vita in catene : incatenato per sempre ad una donna fino alla fine dei suoi giorni.  Guardando dalla merlatura vede Joan che non è più diretta a sposarsi, ma risolutamente sta marciando verso di lui .  Un film bizzarro e adorabile, del meraviglioso duo Powell e Pressburger, dove c’è di tutto basandosi su una storia semplice e una classe elegantissima: commedia, tempeste, amori impossibili, leggende, natura incontaminata, ironia, personaggi eccentrici, maledizioni, riflessioni, immagini fantastiche come i sogni folli di Joan dove il paesaggio scozzese diventa tutto un tessuto di tartan. Aprire il cuore alla bellezza di quei paesaggi selvaggi coincide con lasciarsi coinvolgere dalle emozioni, sempre un rischio, ma che rende la vita degna di essere vissuta.

26 commenti:

  1. Non conoscevo questo film. A leggerti e vedere le fotografia, sembra uno di quei film dove riesci a perderti dentro come in un sogno ... pensa vederlo al cinema, che effetto ... cinema.
    Miaooo!

    RispondiElimina
  2. Questo mi è totalmente sconosciuto. Vorrà dire che ce lo segneremo, Isidoro e io... :)
    Ciao e Miao!!

    RispondiElimina
  3. Si Ally, è proprio un film in cui perdersi nella sua atmosfera sognante. Civoleva ....
    Miaoooùùùùùù

    RispondiElimina
  4. Miao Nik, vedrai che all'Isid'Or piacerà moltissimo, ce lo vedo tra tempeste e selvaggie terre di tartan. Fusa ad entrambi

    RispondiElimina
  5. Un film misterioso e adorabile!

    RispondiElimina
  6. Alfa lagoso ( hai ripreso il tuo avatar ! miao)
    eh si è così questa storia : incantevole.
    Cari saluti felini fffffffrrrrrrrr

    RispondiElimina
  7. Lucy....solo io non so mai dove vado ((((((
    Sicuramente non sul mare in tempesta perché la tempesta è ovunque io sia ((((((((
    Senti....una domanda così, spicciola e curiosa....ma sotto il kilt....indossava gli slip?
    Lo so, lo so, tu ti chiederai: ma che c'entra?
    Be, io ti rispondo che se tira vento........le gonne si alzano e poi, ma proprio non mi piacciono gli uomini in gonnella....adoro le donne coi pantaloni e i tubini e a lui sarebbero stati male anche i tubini ((((((
    Notte e speriamo che non s'alzi il vento, non sarebbe bello vedere le sue parti intime così datate e in BN :)
    T'abbraccio e TVb

    RispondiElimina
  8. Mi hai fatto conoscere un altro bel film, Fel.

    Bacio

    RispondiElimina
  9. Ma direi, Lucy, che la scelta non si pone neppure tra un vecchio miliardario e l'affascinante ufficilae di marina e, per di più signore di un isola e di un maniero incantato.
    Neppure io che sono la persona più insicura di questo mondo avrei tentennato anzi, avrei fatto di tutto per dar vigore alla leggenda dell'incantenatemo ad una donmna per tutta vita (sono fondamentalmente un'abitudinaria con tendenza alla monogamia, quindi mi sarebbe stato più che bene st'incantenamento:)

    Non ho visto il film ma la storia mi piace, sopratttutto il riferimento alla leggenda: atmosfere gotiche su uno sfondo tartan.

    Un bacio grande, che col lieto fine ben s'accompagna.
    Marilena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. errata corrige:
      ufficilae = ufficiale (e questo era facile da capire)
      incantenatemo - incantenamento (questo più difficile da decifrare)
      Ancora baci

      Elimina
  10. Sei incontentabile EliJoe , ho messo sto film perchè eri inquieta di mostri, vampiri ,serialkillers, incubi vari ed eventuali. Allora ti ho promesso una bella storia d'amore,con mistero e passioni in tempesta. E tu non mi vuoi andare con il mare in burrasca, ma miaooooùùùùùù. E allora andrò io a sacrificaermi, ho sempre avuto un debole per gli uomini di mare. Baci salmastri cara.
    ps
    il kilt ha un trucco : il sporran, quel borsello tenuto strategicamente " basso ", impedisce ai colpi di vento di "sollevarsi " troppo ........ ffffffffffffrrrrrrrrrrrr

    RispondiElimina
  11. Ne sono felice Gianna, è un film teneroso. Baci

    RispondiElimina
  12. Un lieto fine che piace anche alla mia Escura, è un evento notevole, dà ancora più lustro a questo film adorato letteralmente da Martin Scorzese e anche da me gatta randagia da batigia - batigia cittadina ma sempre riva marina è - e poi mi ci incantenavo pure io al gentilgatto di marina in tartan, miaoooooo.
    Baci e incantesimi carissima amica fffrrrrrr

    RispondiElimina
  13. Senti Lucy...io l'ho sposato un uomo di mare ecco (((((((
    E non sapevo della zavorra per l'intimo.......
    Ma proprio quello con la gonna io te lo lascio. Non lo voglio proprio.
    Grazie per il film....io l'ho gradito. Davvero.
    Mi vuoi bene sempre, michetta?
    Io sì......

    RispondiElimina
  14. Come potrei non volerti bene Eli, intanto me lo tengo il Torquil di Killoran,in fondo un isiola fa sempre comodo miaoooùùùùù. Baci

    RispondiElimina
  15. Ciao Cara Fel,
    ma dove li trovi questi film?
    Davvero non conoscevo l'esistenza, ma il tuo modo di raccontarlo affascina e stimola, mi piacerebbe vederlo... e poi castello, mistero, leggenda, maledizioni, natura incantata... sìsì lo voglio!!!!!!
    Un abbraccio miciotta
    Giulia

    RispondiElimina
  16. Hallo Giulia,
    e sono un appassionata, quindi ne vado a caccia ....... si ti piacerebbe moltissimo , ne sono sicura. Un grande abbraccio anche a te

    RispondiElimina
  17. http://rajalacagnolina.blogspot.it/2012/04/tanti-premi.html

    c'è un premio che ti aspetta :)

    RispondiElimina
  18. bellissimo davvero carissimo Giardi. Miooùùù

    RispondiElimina
  19. Grazie Silvia, del pensiero. Miagolii affettuosi fffffffrrrrrrr

    RispondiElimina
  20. questo film non lo conoscevo ma l'atmosfera creata dalle immagini che proponi è grandiosa.
    la trama è inquietante. lei che parte con il mare in burrasca pur essendo combattuta è qualcosa che non avrei creduto possibile

    RispondiElimina
  21. A volte si fanno le scelte che sappiamo già contro noi stessi, ma che ci sembrano meno inquietanti, più rassicuranti, più comode, più in linea con le aspettative degli altri, anche se ci portano infelicità, nevrosi, solitudine interiore. Ogni tanto qualche tempesta per fortuna ci fa cambiare rotta ......
    E' un bellissimo film cara Pupy con un suo incanto delizioso. Baci

    RispondiElimina
  22. Il fascino impareggiabile del bianco e nero, e delle storie che sembrano avvenute ieri ma appartengono forse già ad un precedente modo d'essere.

    RispondiElimina
  23. Costantino anche per me quei film riescono a creare atmosfere particolari, molto suggestive.
    Si i modi d' insieme sono lontani da noi, ma l'emozioni sono sempre le stesse. fffffrrrrr

    RispondiElimina
  24. Se è bizzarro è da vedere!!! ;-)

    RispondiElimina