sabato 26 maggio 2012

Miriam si sveglia a mezzanotte

Miriam è una fascinosa ed algida  vampira egizia che si è legata negli ultimi secoli a John, un avvenente  musicista, che vampirizzato  ha ricevuto la promessa di un eterna giovinezza. Insieme conducono  un elegante e riservata  vita a Manhattan,  seducendo le vittime di cui nutrirsi. Ma un giorno John si accorge di invecchiare, sconvolto si rivolge alla dottoressa Sarah Roberts che conduce degli studi sulla longevità, ma il processo è irreversibile e rapidissimo, la cosa non sorprende Miriam che ha sempre saputo che solo lei possiede il dono che le impedisce il decadimento, e ciclicamente rinchiude i suoi amanti in sepolcri eterni che tiene in soffitta.  Sarah cercando di comprendere il caso,  la conosce e rimane anche lei travolta dalla maliarda vampira, che la trasforma nella sua nuova compagna. Ma nonostante l’attrazione che prova per Lei , Sarah è inorridita della sua nuova condizione e cerca di uccidersi.  Sconvolta  e indebolita Miriam cade sotto la vendetta dei suoi ex amanti morendo  che si dissolvono definitivamente  rompendo la maledizione. Ora dal balcone della grande casa si affaccia una Sarah diversa e pericolosissima,  iniziatrice di una nuova genia di vampiri metropolitani. Non  c’è un maestro della notte che irretisce selvaggiamente  giovani innocenti, ma una donna emancipata che attraversa i secoli adattandovisi,  che vive il giorno e attira con una sessualità libera e potente il suo cibo umano e i suoi amanti,  amata da un vampiro  da lei creato, che dopo centinaia di anni deve arrendersi al tempo distruttore di corpi e passioni. Perché l’incantesimo di gioventù sembra esistere fino a che dura il trasporto e il desiderio di Miriam, e il tempo uccide vita e amore  più di un vampiro. Questi esseri al pari degli umani sono affamati  ( il titolo originario) di gioventù e brame, più che di cibo. Eros e Thanatos  mai divisi  in quegli amplessi, il cui  ciondolo simbolico di vita della croce egizia diventa strumento di affascinazione e vita per i vampiri,   morte per gli umani  possedendo una segreta anima  a stiletto . Una musica splendida accompagna ogni scena,   rock gotico  e pezzi classici inusuali che creano un atmosfera irreale, raffinata, oscura, magica, avvolgente e senza tempo, sottolineando una lentezza suadente  nello scorrere del non tempo dei vampiri contrapposta all’inutile frenesia umana. Un film rarefatto, imperfetto, con una seconda parte più discontinua, ma attraente per l’estetismo  delle immagini sensuali, conturbanti ed efferate,  il glamour  degli attori (inquietante, bellissimo e tragico David Bowie ), gli eccessi forse e la sensazione dolorosa  che nulla è eterno neppure un vampiro …. neppure l’amore.
Miriam : -"Non esiste liberazione caro, ma riposo, non esiste fuga"      - "Io sono padrona del mio tempo"

John :  " L'età è una malattia " -  " Hai detto per sempre. Eternamente. Ricordi? "Per sempre" hai detto. Senza mai invecchiare. Miriam, te lo ricordi? Per sempre giovani. Baciami. Baciami Miriam! Pensa a me come ero una volta. Baciami, ti prego! Dammi un po' di tempo. Dammi ancora un po' di tempo, ti prego! .. O allora uccidimi. Liberami. "

24 commenti:

  1. E no, non ci sto Lucyyyyyyyyyyyyyyyfelllllllllllll.....io non sono vampira, non sono eterna ma l'amore, il mio amore è eterno. Accipicchia se lo è. E non invecchia mai. ELISENA non s'addormenta a mezzanotte ma verso le 11,30 e quando morde non succhia sangue ma trasmette amore e, per non far male, s'è arrotondata i denti. Così i suoi morsi diventano baci ma....solo per un amante. Lui. L'unico grande bello intramontabile. Non dir più che l'amore non è eterno....i vampirotti non lo sono ma l'amore sì. Ed anche David è eterno. Ed anche la musica è eterna. Tu ti chiederai cosa c'entri adesso la musica e....fai bene perchè non lo so nemmeno io. Però la musica è eterna. Ecco. Ora che ho delirato ed ho perso il filo ti dico serenamente che tvb e che sto film dev'esser bello ed intrigante e pieno di perchè. Ma perchè straluno?
    Posso baciarti anche se ho mangiato l'aglio? Ma sì che posso perché tu sei unica, intramontabile, vera ed estremamente innamorata della bellezza che trabocca in ogni film che un tempo qualcuno t'ha narrato al posto d'una favola :)
    Un bacionissimo dolce Signora Luce!

    RispondiElimina
  2. Un vampiro donna, e che donna affascinante,ha sicuramente più possibilità di successo di un banalissimo conte Dracula.
    La tua recensione aggiunge ancor più interesse ad un film che non ricordo di aver visto,ma che ora conosco grazie a te.

    RispondiElimina
  3. Molto ben scritto! E come sai ne ho parlato recentemente... ;)

    RispondiElimina
  4. EliJoe, tesoro, infatti tu sei rara e raro è il tuo amore infinito. E poi è una sensazione dolorosa come ho scritto, di eterno c'è ben poco in giro, ma sperarvi è già credere e impegnarsi perchè si realizzi. Comunque a ben pensarci prima di sbarazzarsi dell'amico Bowie ci ha messo un po' di secoli, a modo suo è una costante la vamp che viene dalla notte del tempo. E' bello leggere di nuovo i tuoi deliri qui da me, il calore del sole st ariportandoci la nostra Elisena. Bacissimi miciotta.
    ps
    si per me sono stati come favole i film
    si puo baciarmi anche con l'aglio non temo nulla ffffffffffffffrrrrrrrrrrr

    RispondiElimina
  5. Film interessante, con un bel cast ... anche questo mi manca, tu sai predere i film giusti per me. Tra l'altro ho visto di recente l'ultimo Tim Burton, che ha dei vampiri nel corso dei secoli anche lui (è Deep). Impeccabile nel racconti come nella scelta delle foto già eros e thnatos.

    RispondiElimina
  6. Hallo Costantino, eh si mi piaceva un diverso punto di vista vampiroso in una protagonista femminile, anzichè il solito scipuacolli maschile. E' un film non del tutto riuscitmo ma molto intrigante, e il personaggio di David bowiee resta nella memoria. Miaoooùùùù

    RispondiElimina
  7. Alfoso, eh si avevo in mente di inserire questo film quando ho letto il tuo bel post su David Bowie, quando si dice la blogpatia ....
    Un abbraccio a te e alla tua combricola miao

    RispondiElimina
  8. Ally, è un film fascinoso, con ambientazioni e immagini intriganti, e i tre protagonisti sono ammalianti, specialmente il distacco irresistibile ed ultraterreno della Deneuve e la bellezza dolente che va corrompendosi di Bowie, insieme al suo amore e la sua vita.
    Adoro la follia di Burton non vedo l'ora di vederlo. Fffffffffrrrrrrrrrrr

    RispondiElimina
  9. Un film molto bello che ho rivisto parecchie volte. Il vero intramontabile, nella realtà, è lui, The Duke, David Bowie. Non so se ha fatto un patto con il diavolo per rimanere sempre " green", ma sicuramente con il rock lo ha fatto e se pensiamo che la colonna sonora di questo film è dei Bauhaus,uno dei primi gruppi dark, allora è tutto detto. :)
    Lorenzo

    RispondiElimina
  10. un film con un cast con nomi interessanti ed importanti e mi rammarico di non averne conosciuto prima l'esistenza.... mi riprometto di cercarlo e vederlo.
    molto molto interessante.
    grazie per la segnalazione

    RispondiElimina
  11. Questo strano film Lucy, ci seduce, fin dall'inizio, con le anime inquiete dei protagonisti: l'algida, meravigliosa Catherine Deneuve, icona della novelle vague, Susan Sarandon, emblema della controcultura anni '70 e David Bowie la leggenda, lui assolutamente non assoggettabile a nessuna etichettatura.
    Un film avvolgente, patinato (ma è la raffinatezza la scelta stilistica di questo film e non potrebbe essere altrimenti!)lento in alcuni tempi, memorabile nella sequenza dell'invecchiamento di Bowie, seducente in quelle dell'amplesso tra la Deneuve e la Sarandon, e nelle scene di violenza, quasi inaspettate, in antitesi all'eleganza del film.

    Se la storia è forse non troppo originale......la differenza l'hanno fatta, di sicuro, gli interpreti.

    Meraviglioso!

    Un bacio, Lucy, dal mio ultimo catafalco

    RispondiElimina
  12. Eh caro Lorenzo, Il Duca Bianco ha una alure eterno che canti, reciti , chiaccheri o resti a guardare il nullo con quegli occhi alieni.
    La colonna sonora era fantastica e sorprendente. Miaooooùùùùùùù

    RispondiElimina
  13. Cara Pupy, proprio da non perdere questo film , specialmente per vedere insieme Bowie-Deneuve-Sarandon : ipnotici ! Miaooùùùù

    RispondiElimina
  14. Si Amarantosa, film raffinato, super patinato,
    accusa che gli è stata spesso rivolta, ma trattando di vampiri non si può essere minimalisti, a loro s'intona ciò che è sontuoso, elegante, prezioso, una decadenza da fine impero sempre in bilico tra sensualità sfacciata e segreta e senso spiccato di morte.
    Il tuo ultimo catafalco mi sembra starti bene, ti rende più luminosa e fascinosa : sarà il broccato verde smeraldo che lo riveste ....

    RispondiElimina
  15. Finirai col convertirmi alla vampirofilia... (cinematografica, s'intende... :D)

    Un abbraccio grande grande, e un affettuoso Miao dall'Isidoro!!

    RispondiElimina
  16. Ma caro Nick farsi sedurre dal mondo vampiroso è inevitabile, non puoi opporre alcuna resistenza.... cinematograficamente s'intende .....
    Baci e abbracci
    e mirabolanti fusa al bel Isid'Or

    RispondiElimina
  17. Ciao micia,
    m'inchino (ancora una volta) alla tua scelta e al tuo magnifico racconto... e alla sensualità Deneuve Sarandon...!
    Quanto ci è piaciuto questo film?????
    Grazie
    Un bacio grande
    Cla

    RispondiElimina
  18. Grazie Cla , non potevo resistere al fascino ambiguo di quel trio sensuoloso e anomalo.
    Si fa parte del nostro cinesalotto personale, rifugio di ogni delirio personale. Baci baci

    RispondiElimina
  19. Meglio un vampiro a Manhattan che il 'duo'
    Lucy-Cla a Genova...!!! (Da un vampiro si sa...cosa ci si può aspettare...!)
    Bacioni miaouuuu

    RispondiElimina
  20. Ma forse si può essere vamp ovunque .....
    è dentro di noi libertà e anarchia. fffrrrrrr

    RispondiElimina
  21. Luminoso e magnetico. Miao Giardi

    RispondiElimina