sabato 17 novembre 2012

L'isola di Corallo


Frank McCloud, reduce della Seconda guerra mondiale, va a far visita alla vedova Nora e l'anziano padre James Temple invalido di un suo amico e commilitone morto . I due  gestiscono un albergo e l'attracco delle imbarcazioni a Key Largo, una piccola isola della Florida. Ma al suo arrivo, Frank trova una inquietante situazione, con l'albergo invaso  da una banda di gangster di passaggio capeggiati dal pericoloso boss Johnny Rocco  espulso dagli Stati Uniti come "indesiderabile" e ora pronto a riprendere le proprie attività criminali, che si porta dietro Gaye una donna umiliata che lo odia e si ubriaca per sopportare la sua vita.  L’'isola intanto è minacciata dall'arrivo di un uragano, amplificando  i conflitti personali e la tensione dello strano gruppo, mentre lo sceriffo è lontano in cerca di due indiani scomparsi. Frank, controvoglia è costretto a prendere in mano la situazione e fronteggiare la banda di malviventi, lui che desiderava solo trovare un rifugio in cui dimenticare se stesso senza più combattere. Un thriller quasi teatrale  dove il microcosmo  claustrofobico dell’hotel buio e isolato viene reso ancor più drammatico dalla minaccia terribile dell’ uragano in agguato, che rende umida e confusa ogni scena, che accentua la vigliaccheria sadica di Rocky, l’idealismo ucciso dalle disillusioni del dopoguerra di Frank, la solitudine senza più speranze di Nora, la disperata fragilità di Gaye. Persone diverse che il destino unisce per poche ore sovvertendo l’ordine dei ruoli, solo uguali nell’ angoscia  che li attanaglia e dove solo il vero coraggio può salvarli. E Frank, che confessa a Nora di non essere l’uomo eroico che loro credono dalle lettere del marito, per riscatto alla vita e amore per lei, è pronto a sacrificarsi e salvare la situazione; con il vero eroismo che è figlio di un ragionamento più che di un impulso momentaneo.

16 commenti:

  1. Che storia, grande Bogey e bel biancoenero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo film ,Lucy, non lo ricordo eh si che tutti i film di Bogart io li ho visti.
      Fin da giovane ho adorato Bogart, lo sguardo scettico e il modo in cui s'accendeva, e teneva poi la sigaretta tra le labbra: l'eroe della porta accanto che ancora una volta viene chiamato, anche in questo film, a mettere le cose a posto.

      Un piccolo commento il mio, Lucy, a sottolineare, però, una stima grande alla tua capacità di accendere i riflettori del set e quelli della nostra memoria.

      Un bacio domenicale
      Marilena

      Elimina
  2. Adoro Bogart e i suoi film.

    Buona domenica, Fel.

    RispondiElimina
  3. Ally, sono dei gran films , ma hanno dei cast che riempono da soli lo schermo. Miaooùùùùù

    RispondiElimina
  4. Marilena, la maschera do Bogart è unica,quello sguardo disincantato pronto a mettersi in gioco e crederci ancora. Qui è un ruolo tormentato che gli si addice molto, e con la Lauren poi c'è un alchimia magica, anche in un film che non gioca sul glamour . Un bacio cara

    RispondiElimina
  5. Difficilmente sbagliava un film, Gianna.
    Miagolii domenicali affettuosi fffrrrrrr

    RispondiElimina
  6. un grande classico che ricordo poco, ma Bogart è sempre stato molto bravo

    RispondiElimina
  7. Hallo Pupy, qui tutto il cast è fantastico.
    Bye bye miaoooooooooùùùùùùùùùùùù

    RispondiElimina
  8. Raffinato e elegante blog, capeggiato , oltrechè dal ricordo di una coppia cinematografica indimenticabile, dalla visione di meravigliosi felini,che mi ricordano i miei 14 spaparanzati al sole....
    Complimenti, carissima...

    RispondiElimina
  9. 14 spaparanzati Miaooooùùùùùùù Nella !
    Mi fa piacere la tu apresenza qui tra arte, felini e deliri. Grazie con miagolii festosi

    RispondiElimina
  10. Devo rivederlo assolutamente!

    RispondiElimina
  11. Assolutamente si Alfoso miaooooooo

    RispondiElimina
  12. Grandissimo film Lucy! Non so quante volte lo si è rivisto (destando sempre emozioni), qui, nella 'mediateca' del pasticciaccio di 'Corso Dogali'!
    Grazie di questo omaggio.
    Un bacio
    Cla

    RispondiElimina
  13. Si grande,e grandi interpretazioni. Quel pasiccciaccio brutto però ha visto molti momenti deliziosi miaooooooooùùùù

    RispondiElimina
  14. Confermo...! I famosi, indienticabili giovedì e la varietà umana che li animavano...! Un bacio grande
    Cla

    RispondiElimina
  15. Assolutamente variegata ri-miao

    RispondiElimina