domenica 10 gennaio 2010

Renè Magritte

Magritte ci insinua dubbi sulla realtà, attraverso la rappresentazione di scene del quotidiano, dipinte in modo disorientante,cose e situazioni consuete realizate in trompe l'oeil, ma con accostamenti folli. Il Mistero dell' indefinibile è nei suoi quadri, il mistero e non la definizione di esso. Un sabotatore dell'idea tranquilla che un oggetto di per se può dare,basta inserirla in un altro contesto,ed ecco acquisisce una visione di sé diversa, imprevista. Surrealista, ma nel senso che crea un illusionismo ottico-onirico, reso in modo metafisico alla De Chirico, freddo, obiettivo, antisentimentale, credibile nel rappresentare una realtà altra, dove un sereno paesaggio notturno con casa illuminata, ha però un cielo tipico di una giornata di sole, di luce, che diventa notte buia. Qual'è il vero, entrambe, perché sono dentro la nostra mente, stesso paesaggio, ma con la consapevolezza che essa vive di giorno come di sera. Un "cortocircuito" visivo, che però ha un senso dentro il nostro inconscio che elabora di continuo immagini e situazioni. La realtà non è tangibile, è un enigma, disegna una pipa e tale la consideriamo, ma basta una scritta che lo nega per mettere in crisi la nostra certezza, in un'assioma veritiero, non è una pipa ma la rappresentazione simbolica di essa, ecco il cortocircuito continua. Un luogo della mente vede una pioggia di uomini in bombetta tra comuni palazzi, e un cielo è contenuto in un occhio o si specchia in esso? Il pensiero si fa visibile, Madame Recamier è un personaggio del passato, una bella donna del passato, ora morta perciò la riproduzione del famoso quadro di David rappresenta una bara.La propria donna è spirito aria e fisicità terra, siamo il ricordo di una casa illuminata nella sera, ma dentro di noi anche visivamente.Gli amanti sono avvolti per sempre insieme e divisi chiusi al mondo, ma quel tessuto bianco per lui è anche il segno di morte della madre suicida ripescata nel fiume con la testa avvolta dal tessuto della sua camicia da notte. Queste opere, stimolano l’istinto della ricerca della propria profondità, dove l'assurdo è in noi, è la colomba , forse la colomba biblica che ci annuncia la fine del diuvio, che si fa nuvola e viceversa? La mente che vede oltre lo sguardo, all'interno di un gioco di quinte e fondali nel teatro dell’esistenza,

“questa evocazione della notte e del giorno mi pare dotata del potere di sorprenderci e di incantarci: Chiamo questo potere: poesia”


« Le immagini vanno viste quali sono, amo le immagini il cui significato è sconosciuto poiché il significato della mente stessa è sconosciuto »

E io utilizzo la pittura per rendere il pensiero visibile."

48 commenti:

  1. Bello questo post,di notevole impatto emotivo le sue opere,per vedere e fare questo tipo di dipinti ci vuole una grande mente,e sapere andare oltre,e lui c'è riuscito.
    Molto bella e ben articolata la tua presentazione,nel tuo modo sublime di descrivere queste stupende opere sento la tua emozione e questa è una bella e piacevole sensazione.
    Buona serata Fel.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  2. Oh, LucyFel, trovo le opere di Magritte molto coinvolgenti! Io stessa quando mi guardo allo specchio e vedo l'immagine riflessa nei miei occhi, spesso mi domando, Chissà come mi vedono gli altri? Potrei definirlo il mio dubbio Pirandelliano. Le immagini di qualsiasi cosa riflesse in ogni singola mente umana restano "sconosciute" e lui, Magritte, riesce veramente a rendere visibile il pensiero attraverso la pittura anche se, ogni suo quadro, chissà come sarà "visto" e letto nel pensiero delle menti altrui!
    Ehi, LucyFel, ma quella del quadro col volto coperto, mica per caso sono io?
    Ho l'allergia LucyFel! Una cosa orrenda che mi provoca l'esposizione al monitor del computer!
    Ma che lo hai detto tu, per caso, a Migrette!
    Indosso un artigianale burqa per commentare e, credimi, sono decisamente contro il velo!
    Beh, forse è meglio che vada e che lasci libera la Hall della tua SalaCineBlog, altrimenti, co sta faccia mal ridotta, i tuoi visitatori potrebbero confondermi con qualche opera strana di Maigrette!
    A presto. Un Bacio velato!

    RispondiElimina
  3. Magritte!!!!!!!!!!! Uno dei miei preferiti. Lo uso ogni tanto nel mio post perchè secondo me rappresenta il senso del post che metto.
    Il pittore filosofo io lo chiamo, mi verrebbe da dargli del destruttutalista ma è ancora troppo presto. Rappresenta secondo me la pittura e parte del pensiero del suo tempo. Lo vedo come un pittore metafisico ma non lo è, non interpreta la realtà, ma la stravolge
    ( elegantemente, questa è la sua forza). Nei suoi quadri senza tempo ci vedo Heidegger, quello di essere e tempo, dove l'essere è irrappresentabile ma proietta il suo " ente" inteso come essente, l'essere irraggiungibile come irraggiungibile è la mente umana nella sua interezza.
    Insinua dei dubbi sulle cose, sulla collocazione che noi le abbiamo dato, tipica riflessione esistenzialista e cosa c'è di più esistenzialista di un surrealista?? Un surrealista segna sogno però.
    Un pittore al di là dei sogni.

    RispondiElimina
  4. "Un surrealista senza sogno" volevo scrivere.
    Pardon

    RispondiElimina
  5. Gattosa Fel,mi congratulo per l'esegesi di alto livello e la scelta delle immagini,tra le più belle di Magritte, che mi piace moltissimo.ROARRR!!

    RispondiElimina
  6. Grazie come sempre delle tue belle parole Capitano, l'arte mi emoziona sempre, ne sono innamorata. Magritte ha una visione delle cose che mi affascina. Distorcere la realtà con gli occhi della mente è un viaggio incredibile nel mistero dell'essere umano.
    Un bacio amico mio e una sfilza di fusa affettuosissime mmmmiiiiiiiiaaaaaaaooooooo

    RispondiElimina
  7. Cara EliJoe, visto tutte le personalità con cui hai ammantato il tuo ex anonimato, direi che Pirandello e i suoi uno nessuno e centonila ti fa un baffo. Come ci vedono gli altri è la domanda eterna dell'uomo, ma anche il mistero di come una stessa cosabbia interpretazioni e susciti emozioni e pensiri diversi in noi. Chissà cosa vedi tu in quel treno che esce dal camino. I miei, qui nella sala cineblog sono accesi, ma che non ne esca qualcosa di strano non lo garantisco.
    Posso mandarti un bacio oltre il burqua ?
    Possiamo trasformarlo in un spesso velo vedo non vedo raffinato e sexy miaoooooooo

    RispondiElimina
  8. La mente che vede oltre lo sguardo...mi piace molto, ma lo sguardo non dice già tanto fel?

    RispondiElimina
  9. Beautiful true Gingey ? alternative look at the reality as the vediamop every day miao

    RispondiElimina
  10. Sai che ci vedo LucyFel?....Vapore a domicilio!
    Kissà se su quel treno c'è Lorenzo che lo ha dirottato in uno dei tuoi camini per giungere tra i primi alla tua mostra!
    E sai pure ke ci vedo, la "fredda vendetta" del camino che essendo stato murato, ha usato un'arma impropria per ribellarsi. Oh, quel treno va a carbone o mi sbaglio?
    Grazie, mia Amblog, il tuo bacio mi è giunto anke attraverso il burqa ed io mi sento tanto orientale stasera che credo mi darò alla danza del ventre!
    Vieni a ballarla anke tu?

    RispondiElimina
  11. Beautiful true Gingey ? alternative look at the reality as the vediamop every day miao

    RispondiElimina
  12. Ciao Fel,ma che sorpresa in alto,è Blanche,mi ricordo di lei molto bene.
    Devi sapere cara Fel che un giorno di qualche anno fa mi trovavo in Messico,ero appena arrivato dal mar dei Caraibi con la mia nave "Il Demone perduto"e con mia grande sorpresa ho incontrato Blanche gran bella gatta,direi da perdere la testa,ci siamo salutati,era tempo che non ci vedevamo.
    Subito sono riaffiorati i ricordi del passato.
    Siamo andati a Puebla, vederla camminare per strada era bello,con il suo sombrero aveva un aria misteriosa da cat-fatale,siamo andati a vedere la corsa dei grilli, molto divertente, e il grillo che vinceva la gara aveva come premio una bella fetta abbondante di formaggio olandese.
    Poi siamo stati con un furgone stile zingaresco a Oaxaca,Veracruz,a Guadalajara ci siamo fermati c'era festa era tutto un colore,le strade le case le fontane, gli alberi dipinti sembrava di vivere dentro un sogno.
    Era sera quando sono spuntati i Mariachi e la loro mirabolante musica:Ranchera,Huapango,Bolero,e anche Son Jaroco e Valzer messicano,cari amici a un certo punto sarà stata la musica o altro Blanche è partita con un ballo sfrenato si è messa sopra un tavolo e ha ballato per sei ore di fila,alla fine siamo andati a bere nel famoso bar, Da Zorro,abbiamo bevuto il Mezcal e molta Tequila,ci siamo stronati di brutta maniera,quando mi sono svegliato ero sotto a un tavolo da biliardo e Blanche era sopra un lampadario,l'ho chiamata lei si è svegliata è scesa,e piano piano siamo tornati al punto dove avevamo lasciato il furgone,siamo tornati da dove eravamo partiti,è stato molto bello passare questo tempo con una gatta del genere.
    Al ritorno mi ha confidato un segreto era perdutamente innamorata di un Mariachi,per questo il ballo sfrenato sul tavolo,ci siamo salutati con molto affetto,e via.
    Buona serata Fel.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  13. Bello Lorenzo "un surrealista senza sogni" mi piace tantissimo, miaooooo.
    Vedere con gli occhi della mente è intrigante, e fose più veritiero per il proprio io. Ci pone molti dubbbi tra cui l'unicità della verità del reale, delle cose, di cioò che crediamo di vedere e conoscere. Basta un minimo scarto e tutto cambia . Una zampoata affettuosa con coda alta e festosa fffrrrrrr

    RispondiElimina
  14. Oh Leone, collega felino, anche tu incantato dall' arte dell'alterazione inconscia del genisale Renè. Daltronde i felini sanno guardare oltre la mera realtà .... maaaoogroar

    RispondiElimina
  15. Miao Fel,
    sempre sorprendente con i tuoi post.
    Un bauuu da Balto che si è montato la testa con tutti i complimenti ricevuti!

    RispondiElimina
  16. Fel-ina critica d'arte!
    WOW....
    sei troppo forte, Fel!
    notte!

    RispondiElimina
  17. Hallo Star, lo sguardo è ingannevole, vede ciò che è a volte, ma molto spesso completa immagini con la mente, quando addirittura vede ciò che non è, ma che l'inconscio vuole vedere.
    Perchè dentro di noi ci sono conoscenze che và degli occhi. L'immaginazione è il potere più grande che abbiamo. Un bacio dolcissima miao

    RispondiElimina
  18. Quel treno ne fa di giri, vedi con a fantasia che si può fare ...... Certo che lo sappiamo Lorenzo sfrutta ogni occasione per piazzarsi davanti ai quadri e intrattenere tutti con i tutta una serie di panegirici filosofici,fino a che Achab non interviene e lo distrae con le sue magiche avventure con il Demone Perduto, e qalcuno finalmente riesce a intravedere le tele. Intanto io e te ci facciamo un balletto in sala, la vedi la mia coda come va a ritmo, bisogna chiamare anche Amaranta, se riusciamo a schiodarla dall'antro ...... miaooooooo

    RispondiElimina
  19. Ebbene si ce la vedo Blanche aggrappat aal lampadario, h asempre avuto la mania di arrampicarsi da qualche parte, le piace dominare dall'alto le situazioni. E si ricordo quella cotta mesicana, ma poi le è passata quando ha incontrato ...... ah ma questa è tutta un'altra storia.
    Un bacio felinissimo mio Capitano volante

    RispondiElimina
  20. Miao Sara, ma come si fa a non fargli carezze e complimenti al bel Balto Bau. Un bacio cara

    RispondiElimina
  21. La Sora Poè che bello vederla da ste parti.
    Un abbraccio miagoloso miaoooooùùùùùù

    RispondiElimina
  22. Wow!!
    Its very mysterious "I love that"
    it looks all so unique :-)
    Wonderful pictures .....
    miaaaaaauuuuuwww from Kareltje =^.^=

    RispondiElimina
  23. Exciting true Anya, look real and reality of the kiss mente.Un and a thousand Petting at Kareltje

    RispondiElimina
  24. Mi piace immensamente, Renè Magritte, pittore di mondi paralleli.
    E surreali.
    E' un illusionista.
    Riplasma la realtà, svelandone lati inediti.
    Fantastici.
    Gioca con gli oggetti.
    Padrone assoluto della loro forma.
    E della loro essenza.
    Le sue pitture sono tavolozze illustative per racconti fantastici.
    Surreali.
    Sogni diurni.
    Un fantasticare in cieli dove liberamente possono coesistere nuvole e pietre.
    Per l'illusionista Magritte, tutto è possibile.
    Ed anche per noi.
    La realtà strabilia nell'irreale.
    Un universo enigmatico.
    Indecifrabile.
    Straordinariamente coinvolgente.
    Che ci rapisce in un sogno ad occhi aperti.
    Un bacio Lucy-Fel, per questa straordinaria galleria di meraviglie illusorie.
    Miraggi.
    Incantesimi.
    Di un uomo non comune.
    Marilena
    Marilena

    RispondiElimina
  25. It's a good post, although I do not like him and Dali.

    RispondiElimina
  26. Miaoooooooo ^___^

    Magritte...ho visto alcuni suoi quadri al Guggenheim di Venezia!
    L'impero della luce è il mio favorito. E non solo tra i dipindi di quest'artista!
    E' un paradosso; l'arte del paradosso. Così come la vita.

    Bellissimo post, complimenti Fel!
    Un bacio.

    RispondiElimina
  27. Si mia cara Marilena, il fascino del percepire una realtà altra che è visibile scientificamente , ma con la soggettività del nostro io, perciò variabile, vera ed ingannatrice allo stesso tempo.
    Un grande bacio mia streghessa psicologa di menti percepienti illusioni enigmatiche. Miao

    RispondiElimina
  28. Aren't a surrealist type Dear Elaine, I love instead the dreamlike way, another, different, far, subtle, so in these atmospheres perhaps a little sick I am well. A dear greetings to you, and a world of pampers your beautiful cats. Miaooooooo

    RispondiElimina
  29. Anche a me Guerny, piace moltisimo L'impero della Luce, ha il tema della casa illuminata nella sera, che da sempre mi intriga, e quello schock di vedere che vive in una realtà diurna .... Un bacio cara miaoooooo

    RispondiElimina
  30. Mi piace molto il surrealismo di Magritte! Uno dei miei quadri preferiti e' "Il dominio delle luci o Impero delle luci". Grazie per averli postati! Miaoooo!

    RispondiElimina
  31. Ehi, LucyFel, l'ultima opera che hai riportato mi ricorda tanto gli angeli.
    Ma, sono loro?
    Gli angeli custodi che piovono dal cielo?
    Una volta la tua CineSalaBlog è stata invasa dagli Angeli, ricordi?
    Ora Renè li ha resi visibili, come il pensiero!
    Peccato che sono angeli tutti inglesi, tutti maschi e con la bombetta!
    Hai fatto di nuovo centro negli animi dei tuoi lettori! Soddisfattissimi della tua presentazione e dell'eleganza con la quale passi da un film a un musical a una mostra.
    A quando un concerto live?
    Ricordati di spedirmi l'invito. Baci e....togli quel treno a vapore con dentro Lorenzo dal caminetto, altrimenti arriverà con ritardo!

    RispondiElimina
  32. Thank you for stopping by and commenting ...

    RispondiElimina
  33. E'è uno dei preferiti anche per me, Vittoria, un quadro d'incredibile suggestione, quella luce diurna che si specchia nella notte illuminata dall'interno delle stanze, e di quelle stanze immaginare, sapere, conoscere, spiare, forse viverci, forse ...... Miaooo

    RispondiElimina
  34. Angeli Joe ? mi sembra una pioggia umana inscatolata nel paltò e bombetta, o forse cercano la fuga volando via, come nel film di De Sica. Un concerto ? mai dire mai. Chissà.
    Ma vuoi che in tal caso non ti mando l'invito ma miao ! Ma perchè toglierlo da lì si sta divertendo un mondo con la sirena che suona ...

    RispondiElimina
  35. But semaphore G you an adorabile blog with all those pictures miaoooooo

    RispondiElimina
  36. Alfa mi piace il tuo senso di sintesi, tutto con pochissimo. Una musata affetttuosa miaooo

    RispondiElimina
  37. che belli!!! non ricordavo fossero tutti suoi!!!

    buona giornata!!!!

    ^________^

    RispondiElimina
  38. Eh lo so Pupy a vote diamo per scontate delle cose, così sommersi d'immagini d'ogni tipo e magari inseriti in contesti altri , che ne deviano/sfruttano l'originalità
    - pubblicità, ecc. -
    Buon pomeriggio cara miaooooooooo

    RispondiElimina
  39. Amo Magritte, semplicemente lo adoro.
    Sul serio!

    Un saluto!
    Bea

    RispondiElimina
  40. Miao Bea, hai scelto il nome fumettoso di Lucy,
    e da Lucy pur'io, non posso che apprezzare.
    E ti piace pure Magritte, non potevi che finire da queste parti folli e gattesche.
    Bye Bye

    RispondiElimina
  41. It is a pleasure to move yourself Gingey miao

    RispondiElimina
  42. è possibile che il secondo qudro sia in mostra in ITALIA ?

    RispondiElimina
  43. Caro Giardi, dell' Impero della Luce, vi sono varie versioni : a New York,in Belgio; io lo vidi a Venezia al Gugghenehim e ne rimasi folgorata , grande tela tutta ombre e luci.
    Un fragoroso miaaaooooo

    RispondiElimina
  44. Che meraviglia...
    condivido il pensiero del post in tutto per tutto..
    che genialità nell'espressione e nelle immagini.

    bacioni bedda Lucyfel ^_^

    RispondiElimina
  45. Contentissima che ti sia piaciuto mia cara,
    il fascino di alcuni artisti è ammaliante, e sempre attuale, sanno cogliere un'essenza senza tempo. Miaoooùùù Musotta bella

    RispondiElimina