sabato 2 gennaio 2010

Strange Days

In una Los Angeles violenta e apocalittica a poche ore dalla fine del millennio, Lenny Nero spaccia squid, droga mentale tecnologica, clips con registrazioni di esperienze personali, percepibili direttamente dal cervello, che permettono di ri-vivere infinitamente i ricordi propri o di qualcun'altro. Nella confusione di una fine imminente e di una realtà che sta per esplodere in scontri e corruzione, un pazzo sta compiendo, filmandoli, atroci assassinii. Lenny vi viene coinvolto, ma in suo aiuto ci sono Max, ex poliziotto cinico, e Mace, una donna in gamba, forte e decisa, inutilmente innamorata di Nero, pur consapevole della sua alienazione in un mondo che sta precipitando in un senso della fine tragico. Egli è in fuga dalla realtà tra i suoi video e l'ossessione per la cantante Faith sua ex fiamma, che ora sta con un produttore implicato in sporchi affari. Ormai però è solo l'illusione del passato, che lui vuole ostinatamente avere,anche artificialmente. Ci si muove pericolosamente tra falsità e delitti, mentre in città cresce la tensione razziale per l'esecuzione sommaria di un osannato rapper ed attivista militante, siamo verso il punto di rottura. E ormai manca solo un'ora alla mezzanotte del 31 dicembre 1999. Mentre Nero si preoccupa per Faith, Mace lo protegge. Lei lo ha conosciuto tempo prima, quando Lenny era un poliziotto e in un momento difficile si dimostrò sensibile ed umano; in mezzo a tanti ricordi artefatti, il suo è l'unico vero, come vero è il suo sentimento per lui, sono momenti di tenerezza triste, a cui tiene, che danno una motivazione al presente, che per quanto difficile vuole vivere. Ormai sono vicini alla verità ed è una verità che scotta, mentre la città è impazzita negli scontri e nei festeggiamenti, Nero scopre che è proprio Faith con il suo amico ed amante Max che hanno organizzato tutto per soldi, come sempre. Si lotta ancora per sopravvivere, con due sbirri corrotti che li vogliono eliminare, li salvano dei militari giunti per sedare i disordini. Sparano a dei poliziotti bianchi per salvare una donna nera, c'è ancora una speranza, una tregua forse, mentre nella città degli angeli scocca la mezzanotte e siamo nel nuovo millennio. Nero si è liberato dalle sue ossessioni comprendendo che stava gettando via la sua esistenza di oggi, per un passato che non può tornare e che forse non è mai esistito.Ora può ricambiare l'amore vero,vivo e presente della coraggiosa Mace, perciò in mezzo alla folla si getta tra le sue braccia, ancora una volta è un nuovo inizio, perché il mondo è ancora lì, non è finito e neppure il sogno di una esistenza diversa, anche in questi giorni strani e stranieri. La Bigelow tira un colpo basso ai sensi visivi e uditivi con immagini, colori, suoni, rumori, musica, confusione e solitudine, e alle nostre certezze per cui è reale ciò che noi percepiamo con i sensi e la mente,e invece qui la realtà può essere altrove e di qualcun' altro. Pessimismo, con poche illusioni, ma qualche speranza sopravvive ancora. Non è un "happy end" consolatorio, forse utopico, e l'” utopia indica l'amore - come armonia dei diversi, riconciliazione tra passato e presente, integrazione razziale - come argine contro l'odio privato e pubblico. E passa per la saggezza pragmatica, il coraggio, la dignità di una donna, la Mace di Angela Bassett. " (Morando Morandini).

Nero - Sei mai stato filocollegato? ... Io sono l'uomo magico. Il Babbo Natale del subconscio ....
Tutti hanno bisogno di fare una capatina nel vicolo cieco di tanto in tanto, fa parte di noi.

Mace - I ricordi sono fatti per svanire Lenny!

Max - Guardati intorno! Il mondo è tutto un casino. Che t’importa di morire? Tanto il mondo finirà tra 10 minuti. Sai come faccio a sapere che è la fine del mondo Lenny? Perché tutto è già stato fatto, capisci? Ogni genere di musica è stata provata, ogni genere di governo è stato provato, capisci? Ogni cazzo di pettinatura, ogni orrendo gusto di gomma da masticare, i cereali per la colazione, ogni tipo di schifoso... capisci che intendo? Che ci resta da fare? Come faremo a sopravvivere, per altri mille anni? che dice a Lenny: .

39 commenti:

  1. Ciao Felinità, hai un blog che mi piace particolarmente perchè tratti della mia arte preferita, il cinema.
    I tuoi post fanno rivivere il film che tratti a differenza di altri che si limitano a critiche o semplici analisi.
    Questo film non l'ho mai visto ma legendo il tuo scritto mi ricorda molto, specialmente quella droga mentale, uno scrittore di fantascienza fra i miei preferiti Philip K. Dick. Non mi piace molto la fantascienza ma questo scrittore moltissimo.
    Andrò a vedere questo film, magari lo cercherò in streaming o spero di trovare il DVD, mi hai messo curiosità.
    Ciao e a presto e complimenti per le foto del blog, specialmente i mici!!!!!! Li adoro i gatti!!!

    RispondiElimina
  2. Miao Doriana, ben passata, anche a me piace molto P.K.Dick e Blade Runner è un romanzo-film che amo molto. Ma qui si trova di tutto, sono un gatto onnivero. Strange Days è un film intrigante, fatto da una regista che sa usare anche una mano maschile nel girare, ma riuscendo ad inserire la visione di una donna, una donna energica, combattiva, non scontata come la protagonista Mace, bellissimo personaggio sfacettato e forte. Se ami i gatti qui ne troverai sempre che passeggiano.Un caro saluto e un augurio di un nuovo anno sereno

    RispondiElimina
  3. Fantastica Fel,hai scelto un film che mi è piaciuto moltissimo,in un mondo a venire disperato e struggente( che nel film è collocato nel 2000 ma potrebbe essere quello del 2030),nel quale anche la capacità di adattamento a tutto,tipicamente umana, convive con una sensazione dolente e quasi senza speranza.Bellissime immagini e colonna sonora.Un ruggito affettuoso.:-)))

    RispondiElimina
  4. Questo l'ho visto!!!
    E nonostante non rientri tra i miei generi preferiti, ammetto che mi è piaciuto molto!
    Mi piace il tuo modo di attenzionare certe pellicole!
    Un miaouuuuuu stratosferico Fel!
    A te ed a tutti gli scodinzolosi che stanno con te!

    RispondiElimina
  5. Ciao Fel,bello questo film,buona interpretazione degli attori,e ottime riprese,bella storia,fra droghe particolari e passato e un futuro dietro all'angolo,e l'amore che unisce e serve per affrontare il domani.
    Molto bella e ben dettagliata la tua presentazione.
    Questo tuo post è il primo del nuovo anno,e io ti rinnovo i miei più sentiti auguri cara Amica,che la gioia di vivere sia sempre in te,un abbraccio.

    RispondiElimina
  6. Miao Leone, si un bel film fantatrhilleradrenalitico dai risvolti piscologici ed epocali, che come dici tu può essere la paura della fine del millennio come del nuovo che arriva terribile ed invitante.
    Miagoliii affusolati

    RispondiElimina
  7. Mia cara Luna Dark, che ridere attenzionare, è fortissimo. Sei una tipa giusta per i film della Bigelow ! Un strabacio condito di codate e fusa ........miaooooooooo anche da parte dei codosi che si aggirano nel mio mondo felino

    RispondiElimina
  8. Grazie Capitano, che bell'augurio mi fai, sei un amico przioso. E si i sentimenti come vera realtà a cui aggrapparsi nel vortice del tempo che scorre e tritura tutto. Ma espresso in uno stile duro, aggressivo, per cui la dolcezza di un'emozione si fa ancora più necessaria. Miaoo

    RispondiElimina
  9. Coraggio e dignità due valori apprezzabili!

    RispondiElimina
  10. Happy New Year
    or in Dutch we say
    Gelukkig Nieuwjaar :-)

    Kareltje =^.^=
    Anya :-)

    RispondiElimina
  11. Ecco, era ora! Finalmente parli di un film che non mi piace affatto!
    E mica potevamo andare sempre d'accordo in fatto di film!!!
    Sei davvero una gatta eclettica, vari di genere in genere cadendo sempre in piedi!!!

    RispondiElimina
  12. Feli, ho io il film per te, e vorrei che ne parlassi: "Musetta alla Conquista di Parigi"
    L'ho rivisto dopo tanti anni ed è stato un vero piacere riscoprire questo capolavoro dell'animazione!

    RispondiElimina
  13. E'un bella raffigurazione di donna, grintosa e femminile. Miaoooo Star

    RispondiElimina
  14. In Italy it says : BUON ANNO
    embraces and stroking the felino friend miaooo

    RispondiElimina
  15. Non è sulle tue corde romantiche eh Fav ? ma meno male che abbiamo differenze, sai che noia se nò, per esempio non conoscono questa Musetta, grave lacuna mi sa, ho già cercato qualcosa, bei disegni e in originale c'era la Garland che commentava....... domani faccio ricerche: una gattina avventurosa a Parigi non mi può mancare, ti sono grata della segnalazione. Au revoir mon cher ami

    RispondiElimina
  16. Apocalittico, Fel.
    E' questa la prima definizione che mi viene in mente, riguardo questo film.
    Divinamente apocalittico.
    E cinico.
    Buio.
    Un viaggio nell'alienazione di una umanità che sta sprofondando, apparentemente senza più alcuna speranza di redenzione.
    E' l'affasciante, cinica narrazione di un infernale fine millennio, dove si è giunti a stuprare le emozioni per rubare i ricordi.
    E venderli.
    E' un racconto umanissimo, dove le debolezze si travestono da passione, così da rendere difficile il districarsi nel coacervo delle emozioni individuali, dei protagonisti.
    Impegnati, essi stessi a ritrovare o, a non smarrire, le ragioni della propria umanità.
    Adoro questo genere di fantascienza, basato sui chiaro-scuri psicologici.
    Alienzione. Follia.
    E la lucidità sempre a rischio.
    L'animo umano è nudo.
    Non ci sono alibi dietro cui nascondersi.
    Nessun buonismo.
    Nessuna ipocrisia.
    La salvezza è una dura conquista, e non la facile assoluzione di un confessionale.
    Fel, il mio entusiasmo per questo film non si è mai spento. Lo adoro.
    E' tra i miei cult.

    Max - Guardati intorno! Il mondo è tutto un casino. Che t’importa di morire? Tanto il mondo finirà tra 10 minuti. Sai come faccio a sapere che è la fine del mondo Lenny? Perché tutto è già stato fatto, capisci? Ogni genere di musica è stata provata, ogni genere di governo è stato provato, capisci? Ogni cazzo di pettinatura, ogni orrendo gusto di gomma da masticare, i cereali per la colazione, ogni tipo di schifoso... capisci che intendo? Che ci resta da fare? Come faremo a sopravvivere, per altri mille anni?

    Come faremo, Lucy- Fel, a sopravvivere per altri mille anni?
    Marilena

    RispondiElimina
  17. Ce la faremo a sopravvivere avendo la grinta e i sentimenti di Mace, e poi Marilena abbiamo troppe cose da fare e da dire per arrendersi semplicemente ad una fine ...... anche a me piace molto questo film con una storia di crisi profinda dell'uomo che non sa più vivere la sua umanità. Amo le cose che contastano tra loro, i limiti, e che si perdono , solo perdendosi ci si può ritrovare.
    Un grande abbraccio cara, così unite affronteremo più forti questo millennio così complicato ed astruso miaoooooooo

    RispondiElimina
  18. quanto mi piace Ralph fiennes!!!
    anche questo film mi è piaciuto molto!

    buon 2010 anche se in ritardo!

    ^_____________^

    RispondiElimina
  19. Hallo Pupy, Fiennes è un ottimo attore, che si diversifica nelle parti, modificandosi notevolmente. Forse questa è una delle sue parti più fascinose, il perdente complicato dall'anima da salvare ha sempre il suo appeal specie su noi donne.
    Sai il personaggio di Lenny Nero ha ispirato il protagonista del bellissimo fumetto vampiroloso Dampyr,della Bonelli, che come intuiai mi piace moltissimo. miaooooooo

    RispondiElimina
  20. Passo per augurarti un fantasmagorico 2010 bedda la mia coccolosa miciosa amica LucyFel ^_^
    Strange days???
    Ma no....solo happy days mia cara....che tu possa avverare ciò che desideri.
    (Tra qualche giorno compi un annetto mia cara gatta...ci inviti alla festa coccolosa. Porterò solo fusa :))))
    Bacioni.

    RispondiElimina
  21. L'ho visto l'altra sera!
    Era già iniziato, purtroppo. Un film affascinante, che mi ha inchiodato davanti alla TV.
    Buon anno Fel!

    RispondiElimina
  22. Ma grazie dei giorni felici, vanno bene anche strani , sono una stregatta stranina anch'io. Ma che tesoro, ti sei ricordata del mio compleblog,si si porta fusa a go go , il resto lo trovi qui. Miaooo dolce Musotta

    RispondiElimina
  23. Alfa lo hai quasi visto da poco, le solite coincidenze fra gente che si segue , probabilmente si creano dei fili invisibili.
    E' un bel film, reso in modo duro con una ricerca di un barlume di sentimenti, che fa fatica ad emergere tra adrenalina disumana e fine del mondo. Un caro saluto miciosissimo

    RispondiElimina
  24. uno dei miei film preferiti in assoluto!
    un po' come i classici di natale, è perfetto nei giorni pre o post capodanno

    RispondiElimina
  25. Miao feli, innanzitutto ti auguro un meraviglioso 2010!! Il film non l'ho visto, ma mi ha particolarmente colpita la frase finale di Max che hai inserito, mi ha fatto riflettere parecchio, ormai tutto è stato creato, l'uomo non sa più cosa inventarsi..complimenti per la descrizione, un bacio, Maoooo!!

    RispondiElimina
  26. Ho visto il tuo film masticando SQUID!
    Ke schifo , LucYFel, momenti mi strozzavo.
    Peggio di una chewingum…mi si attacava ai denti e da li emergevano ricordi di ogni sorta, che non mi appartenevano e…..allora…l’ho sputata, lontano da me!
    Mi spiace, LucyFel, ma si è attaccata alla mia poltrona e forse ho combinato un danno perché i tuoi gatti voracemente, l’hanno “sniffata” ben bene e dopo hanno fatto cose da “cani”.
    Mi perdoni? Ma si che mi perdoni, tanto poi ho rimesso tutto a posto riportando indietro il tempo al 1998, è così che ho rimediato al guaio.
    Mi sono persa, LucyFel, ma…in che anno siamo? e in quale millennio?
    Beh, è ora che ritorni nella mia casetta con i miei di ricordi perché a seguire i tuoi film dalla cima dell’albero di Natale sito in San Pietro, sti decoder fanno “brutti scherzi “ e le antenne Vaticane captano solo ciò che vogliono.
    Meglio Piazza Navona, dove in ogni anno di ogni secolo di ogni millennio la Befana ha restituito bei ricordi a chi li avevano rubati e carbone a chi voleva che annientare l’esistenza altri!
    Ciaooooooo! Sulla mia scopa stasera ci sono anche pagliette e gatti!
    A presto LucyFel. Elisena

    RispondiElimina
  27. Miao Marco, ben passato in questo mio mondo folle, è un film non solo ben fatto, ma che anche mi è rimasto dentro. Auguri felini per il nuovo anno

    RispondiElimina
  28. Eppure Ela i nostri stessi blog forse dimostrano che l'uomo ha una creatività illimitata, copiamo dalla notte dei tempi livellando, limando e reinventando di continuo.
    Ti auguro un 2010 felicicissimo e fantasioso

    RispondiElimina
  29. Ah Elisena Elisena cosa mi combini, non posso allontanarmi dal cinema 5 minuti che ritrovo tutto sottosopra, con i mici ghe guaiscono e scodinzolano. Fortuna che quello che masticavi non era lo squid, da chi prendi ste cose matta di una strega rossa, lo squid, non si mastica, è una rete di sensori che si usano come una reticella in testa sintonizzandosi alla corteccia cerebrale, un pasticcio insomma. La Befana intanto sta svolazzando sopra le nostre teste scrutandoci per decidere carbone o dolciumi, la vedi si che la vedi noi stregatte l'avvvistiamo a chilomertri. Miao attenta mentre svolazzzi verso casa, metti lo scialle e attenta ai comignoli dei tetti. Miao

    RispondiElimina
  30. Io, Lucy Fel, mastico di tutto anche sensori in reticelle, perchè li tramuto in ciò che voglio e, siccome sono tutta matta e non voglio che sui miei capelli vengano poste delle retine e la mia corteccia celebrale si trova nel mio stomaco, beh lo SQUID io l'ho masticato e i tuoi gatti l'hanno sniffato e sai perchè? Perchè nei Blog si può fare di tutto, anche "rivoluzionare" l'anatomia del proprio corpo e sqiddarsi come si vuole!
    Però ora ho mal di corteccia e vado a prendermi un bicarbonato. Che ne dici stregatta! Per la ciripiciaccola, lo squid esce anche da alcuni camini in Montecitorio....che disastro!
    Elisena, stregatta madiana.
    Per colpa dello squid ho dimenticato di farti gli Auguri LucyFelllllllll te li mando gridando a squarcigolaaaaaaaaaaa!

    RispondiElimina
  31. Lo so che lo gridavi a squarciagola Eli, risuonava nella notte un eco che si rincorreva da un tetto altro. Ma lo squid lo hai ingoiato? che pazienza ci vuole con voi streghe rosse, ancora oggi due gatti nel cinema abbaiavano tra un singhiozzo e l'altro.
    Darò loro dell'effervescente vediamo se passa.
    Miaaaaoooooo matta non far danni già di Lunedì

    RispondiElimina
  32. CIAO ! come faremo ... proviamo intanto a farci gli auguri !!

    RispondiElimina
  33. Ma si Giardi incominciamo dalle cose più semplici , che il resto vien da se:
    AUGURIIIIIII per un nuovo anno che ci deluda,
    e a te serenità, gioia e un mondo di video intellegenti. Miaaaaooooo

    RispondiElimina
  34. Come sempre sei unica nell'ispirarmi film da guardare al calduccio, sul mio divano!
    Un abbraccio! Miaooo!

    RispondiElimina
  35. Anche tu un tutt'uno con il divano ..... il mio luogo prediletto miiaooooo. Grazie un bacio

    RispondiElimina
  36. Grazie Fel, mi hai dato un ottima idea per noleggiare il film di stasera.

    Clelia

    RispondiElimina
  37. Ne verrà la pena vedrai bella Clelia miaooooo

    RispondiElimina
  38. ralph fiennes devi assolutamente vederlo nel film La Duchessa...
    l'ho visto durante le vacanze ed è bellissimo... anche se triste come sotria e ci fa sentire delle rassegnate al di sotto del volere degli uomini....
    ciao e buon proseguimento ^_____^

    RispondiElimina
  39. Prendo not cara mi darò da fare per vederlo, poi ti dico, intanto ho la seconda parte in film della tua trilogia preferita, la vedo presto . Miaooooòòòòòòòòòòùùùùùùùùùùùùùùù

    RispondiElimina